Falconara, battuta la Thienese: la serie A è ancora tua

Cdf elite

Missione compiuta: 6-1 alla Thienese e il Città di Falconara mantiene la sua permanenza nel massimo campionato di calcio a 5 femminile. Le Citizens, tutt’altro che appagate dal risultato dell’andata (3-1 al PalaCeccato domenica scorsa), spingono fin dai primi minuti. Al 7′ Luciani sfiora il palo in diagonale dalla sinistra. Xhaxho si rende pericolosa al 10′ e poi sale in cattedra Benedetta De Angelis: all’11’ va di esterno imbeccata da Correia e firma l’1-0, un minuto conquista caparbia un pallone della difesa veneta in ripartenza e batte di prima intenzione. Nulla da fare per Famà. Il terzo, sulla ripartenza di Pascual, glielo nega Famà in uscita ma l’appuntamento, come vedremo, è solo rimandato. Le Citizens potrebbero prendere il largo con Xhaxho, pericolosissima al 16′ al volo sul rilancio di Ceravolo e un minuto dopo in diagonale sugli sviluppi di una rimessa laterale, e invece subiscono l’1-2 di Pernazza in contropiede. Squadre negli spogliatoi e ripresa che si apre con la Thienese che schiera Pernazza come quinto di movimento. Schema offensivo subito punito da Xhaxho che tira dalla distanza e centra la porta sguarnita. Le venete continuano a spingere alla ricerca del gol ma la manovra è sterile. Al 6′ capitan Luciani arpiona un pallone sulla sinistra e centra il sette dove Famà non può arrivare. Il capitano al 15′ apre la spettacolare azione del quinto gol: parte dalla difesa superando due avversarie, triangola con De Angelis e serve sul secondo palo un assist comodo comodo per Pascual. Il pubblico non smette di cantare e incitare. Al che Benedetta De Angelis decide di ricambiare l’affetto dei sostenitori firmando la sua tripletta personale: discesa sulla sinistra, doppio passo a ingannare la diretta marcatrice e diagonale imparabile per il 6-1. Non ce n’è più. Festa Falconara con le ragazze ad abbracciare il pubblico.

Negli spogliatoi

Benedetta De Angelis: «Contenta della tripletta personale ma più per la prova collettiva certo che rispetto agli obiettivi estivi la salvezza ci sta un po’ stretta. Da gennaio abbiamo dovuto ricominciare da zero. Inizialmente non è andata come ci aspettavamo ma è finita nel migliore dei modi. Potevamo fare qualcosa di più ma ad ogni modo voglio ringraziare il presidente Bramucci e tutta la società perché da quando gioco a calcio, umanamente, è la società dove mi sono trovata meglio».

Aida Xhaxho: «Si sarebbe potuto fare meglio se fosse gestito prima il campo con questa intensità, con queste giocate, con questa coesione che abbiamo dimostrato in campo. Per me era il primo anno a Falconara ma sapevo del grande pubblico e mi aspettavo tutto questo calore. Spero di restare anche il prossimo anno».

Sofia Luciani: «È stata una stagione molto dura perché ci siamo ritrovate senza cambi ma siamo state brave a resistere anche nei momenti di difficoltà e a non disunirci. La salvezza e strameritata. Il mio ruolo? Ho segnato poco rispetto agli altri anni un po’ per colpa mia per i minutaggi alti e ho dovuto fare un ruolo più di equilibratore e di giramento di palla. La fascia di capitano un onore e una responsabilità. Ho cercato di fare il meglio».

TABELLINO

Città di Falconara 6

Thienese 1

Città di Falconara: Ceravolo, Pascual, De Angelis, Luciani, Xhaxho; Fakaros, Correia, Brutti, Centola, Costantini, Severini. All. Battistini.

Thienese: Famà, Perez Pereira, Molon, Pernazza, Brkan; D’Angelo, Cattelan, Bisogni, Raisa, Moreira, Zampieri. All. Centofante.

Reti: 11’pt e 12′ pt De Angelis (F), 19′ pt Pernazza (T); 1′ st Xhaxho (F), 6′ st Luciani (F), 15′ st Pascual (F), 15’30” De Angelis (F).