Vanessa scatenata, Lazio corsara: il Città di Falconara cade al PalaBadiali

CDF vs Lazio

Falconara sciupone, Lazio in palla e spinto da una Vanessa devastante. Il derby dei rapaci, il falco delle Citizens e l’aquila delle romane, se lo aggiudicano le ragazze di Chilelli che sbancano il PalaBadiali. Colpaccio nell’hangar di via dello Stadio che non riusciva alle laziali dal 2015. La gara di ieri ha rispecchiato la tradizione degli incontro precedenti. Bella, vibrante, giocata a viso aperto e sempre in bilico. Primo tempo spumeggiante fin dalle battute iniziali. Ferrara scalda un paio di volte le mani a Tirelli ma è la Lazio la prima a passare. Al 4’ entra Vanessa che timbra subito il cartellino con un missile dalla distanza. Falchette colpite a freddo. Dopo un doppio miracolo di Dibiase su Grieco, le azzurre si scuotono e aumentano la pressione. Pato si deve destreggiare nella gabbia difensiva laziale ma alla prima occasione, servita da Nona, fa paura centrando la traversa. Un minuto più tardi è il miracolo di Tirelli a negarle la gioia del gol mentre sul successivo corner non arriva in tempo sul pallone nonostante l’ottima posizione in area. Nona e Luciani incantano il PalaBadiali attorno al 10’. La catalana con una finta ne fa fuori un paio e parte in contropiede, il capitano riceve, attira il portiere per poi restituire alla compagna ma il gol resta un grido strozzato nella gola degli spettatori per il salvataggio in scivolata di Grieco, provvidenziale per le sue. Sempre Nona in percussione si guadagna la punizione che Pato trasforma in seconda battuta dopo che la prima era stata respinta dalla barriera. Si va negli spogliatoi sull’1-1 e la parità resta immutata a lungo nella ripresa. Pato ha un paio di occasioni ma va alta nella prima e centra la sua seconda traversa di giornata nell’altra. Gol sfiorato, gol subito. Taninha tira da fuori, Dibiase (in precedenza super sulla solita magia di Vanessa) non trattiene e Grieco sottomisura ne approfitta. Le Citizens accusano il colpo. La Lazio potrebbe allungare al 15’ con Beita in area ma Dibiase e Pascual sono sulla linea. Le celesti ne approfittano però quando mister Neri inserisce il quinto di movimento. Pressing alto, zero spazi concessi. Vanessa ne approfitta e allunga a porta vuota. Subito dopo, su tiro libero concesso dopo il quinto fallo delle giocatrici di casa, realizza l’1-4. A 17 secondi dalla sirena capitan Luciani rende meno rotondo lo score finale in duetto con Pato. “Questa sconfitta di oggi – commenta mister Neri al termine – ci deve far rosicare perché anche da queste situazioni si impara. Mi aspetto subito un riscatto già dalla prossima partita a Firenze contro il Pelletterie. Soprattutto nel primo tempo ho visto un bel gioco come piace a me, con tante occasioni da gol ma non siamo riuscite a mettere la partita nei giusti canali e lo abbiamo pagato, al cospetto di una Lazio che è squadra di tutto rispetto e che, in debito di risultati, è venuta qua con il dente avvelenato. Oggi abbiamo affrontato difficoltà nuove, problematiche che dovremo superare come squadra con il lavoro e il gioco”.

TABELLINO

Città di Falconara 2
Lazio 4

Falconara: Dibiase, Pascual, Luciani, Ferrara, Dal’maz, Guti, Ciferni, Nona, Bernotti, Brugnoni. All. Neri.

Lazio: Tirelli, Barca, Beita, Vanelli, Pinheiro, D’Ambrosio, Benvenuto, Agnello, Taninha, Grieco, Vanessa, Scarcella. All. Chilelli.

Reti: 4’10” p.t. Vanessa (L), 11’31” Dal’maz (F); 12’40” s.t. Grieco (L), 16’40” e 17′ t.l. Vanessa (L), 19’43” Luciani (F).

Note: ammonite Luciani (F), Vanelli (L), Guti (F), Pinheiro (L).