Falconara, basta un tempo per piegare il Pelletterie: ora testa al Kick Off

Tutto facile a Scandicci per il Città di Falconara che risorge dopo la caduta in casa contro la Lazio e guarda già all’impegno di venerdì 1 novembre quando al PalaBadiali arriverà il Kick Off. Partita che si preannuncia vero e proprio evento cittadino trasmesso, per di più, in diretta da Sport Italia. Le Citizens vogliono arrivarci piene di energia e consapevolezza dei propri mezzi. E la partita di ieri è servita per fare il pieno di entusiasmo. Gara chiusa già nel primo tempo con le ragazze di Neri negli spogliatoi in vantaggio per 5-1. Nella ripresa, escluso il cartellino timbrato da capitan Luciani, piccolo trotto e gestione di palla. Eppure le battute iniziali del match avevano lasciato presagire una gara diversa, con una squadra di casa agguerrita. Immediatamente reattive dopo il primo acuto di Dal’maz (palla riconquistata a centrocampo, triangolo stretto con Luciani e 1-0 dopo appena un minuto), le toscane hanno pareggiato con Teggi imbeccata dal passaggio di Duco dalla destra e mantenuto in bilico il risultato per buona parte del primo tempo. Occasioni da una parte, con Pascual e Dal’maz, e dall’altra con Duco, fino all’8’ quando Dal’maz, ricevuto il preciso passaggio di Guti, ha lasciato sul posto un difensore e battuto Pucci in uscita. Di Kalè la risposta delle toscane, Dibiase risponde presente sull’insidiosa puntata. A mettere tutta in discesa la gara ci ha pensato Nona con un’altra delle sue magie: passaggio Perez-D’Amato intercettato e via volare in porta a segnare dopo aver saltato anche Pucci in uscita. Al successivo 4-1 ci ha pensato Pereira direttamente su punizione. Di Pascual invece il quinto gol marchigiano sul quale c’è qualche protesta toscana: la marcatura nasce da un fallo laterale che le padrone di casa chiedevano venisse restituito, ma la dinamica dell’azione precedente non era di facilissima interpretazione.  Il primo tempo si chiude con un tiro libero di Pereira, assegnato per cumulo di falli, che Pucci devia in corner. L’appuntamento con il 6-1 solo rimandato all’avvio di ripresa quando Luciani ha sfruttato un’incomprensione tra difensore e portiere dopo una bella azione in triangolazione con Pascual. A quel punto le marchigiane hanno tirato i remi in barca e amministrato il risultato con Dibiase attenta a non farsi beffare dalle sporadiche incursioni delle avversarie. “Dopo il gol del loro pareggio – commenta Isa Pereira – abbiamo reagito bene, siamo salite in pressione e approfittato del campo, molto grande, per dimostrare il nostro gioco. I gol sono venuti e questi ci ha aiutate. Nel secondo tempo, dopo il sesto gol, abbiamo gestito il risultato fino alla fine. L’importante sono i tre punti e il fatto che riusciamo a migliorare partita dopo partita”.

TABELLINO

Pelletterie 1
Falconara 6

Pelletterie: Pucci, Duco, Teggi, Maione, Iaquinandi, Nicita, Perez, Kalè, Pasos, Biagiotti, D’Amato, Giovannini. All. Zudetich.

Falconara: Dibiase, Guti, Pascual, Luciani, Dal’maz, Ciferni, Nona, Pereira, Ferrara, Bernotti, Brugnoni. All. Neri.

Reti: 1’12” p.t. Dal’maz (F), 1’54” Teggi (P), 8’32” Dal’maz (F), 10’34” Nona (F), 12′ Pereira (F), 16’55” Pascual (F), 4’31” s.t. Luciani (F).

Note: ammonite Maione (P), Duco (P), Biagiotti (P), Teggi (P), Pereira (F).