Distanziati ma felici, il pubblico torna al PalaBadiali e il Falconara si impone sul Cagliari

Pochi, distanziati ma in sicurezza e soprattutto felici. Sono i 192 spettatori che ieri pomeriggio hanno potuto assistere al ritorno del futsal giocato con la prima giornata di Serie A femminile di calcio a 5 al PalaBadiali. Felici per la vittoria rotonda, 3-0, del Città di Falconara contro il Cagliari. Posti prenotati e numerati. All’ingresso ci si misura la temperatura e sulla gradinata si sta distanziati e con la mascherina. Anche giocatrici e arbitri entrano con naso e bocca coperti. Non ci si stringe la mano né all’inizio, né alla fine ma lo spettacolo è quello di sempre. Visto che l’ultima casalinga risale al 16 febbraio ma venne giocata a Chiaravalle per indisponibilità della struttura falconarese, le azzurre mancavano dal PalaBadiali dal 2 febbraio. Quasi nove mesi. Che l’attesa del popolo Citizens fosse a livelli altissimi è evidenziato non solo dalla caccia al posto ma soprattutto dalle quasi 25mila visualizzazioni della diretta streaming sulla pagina Facebook di Pmg Sport. Dal vivo o sui social, tutti ripagati con una bella vittoria e dal rientro in campo, dopo il grave infortunio, del funambolo Nona. Subito in palla, le azzurre sono andate in vantaggio nei primi minuti con Isa Pereira, la più rapida di tutte in mezzo all’area a deviare il corner di Pato alle spalle di Mascia. Poi però le falconaresi, pur mantenendo il pallino del gioco, hanno faticato non poco a raddoppiare a causa, soprattutto, di una prestazione stratosferica di Mascia. Pato e il neoacquisto Marta, bella intesa da subito tra le due, hanno sfidato più volte l’estremo difensore sardo ma non c’è stato nulla da fare. Sotto la doccia in vantaggio di misura, le Citizens hanno subito nella ripresa l’avanzata delle cagliaritane. Dibiase è stata subito costretta a intervenire in uscita su Marchese contrastata da Pato. Subito dopo ci ha provato Taina Santos dalla distanza, palla fuori di poco. In generale, tuttavia, le falchette hanno controllato bene il match con Taty e Pereira dietro a far stare tranquilla Dibiase. Sul fronte opposto la porta invece è stregata. Mascia lavora per due e resiste fino a che non è costretta a uscire per infortunio al termine dell’ennesima sortita falconarese: Pato la dribbla, Taina perfeziona il disimpegno ma nello scontro la numero 1 della Nazionale Italiana è costretta a uscire. La sostituisce Mulas che fa subito capire a tutti di non essere da meno della titolare con due salvataggi sulla solita indiavolata Pato e su Pereira. Contro una porta stregata, serve una magia: se la inventa anche stavolta Pato che, servita da Taty in mezzo all’area, spalle alla porta, alza e gira in mezza rovesciata. Un gol straordinario che fa impazzire il PalaBadiali. Il 3-0 potrebbe arrivare dai piedi dell’ex Marta ma Gasparini salva sulla linea. Gol rinviato solo di pochi minuti perché Pato punisce nei secondi finali il tentativo di portiere di movimento inserito dalle avversarie.