Ora è tutta in salita, il Montesilvano espugna il PalaBadiali: Citizens chiamate all’impresa

Il Montesilvano fa sua gara-1 della finale scudetto al termine di una gara emozionante ma rovinata da un arbitraggio sconcertante, indegno di una gara di questa portata. A essere mortificato oltremisura è il Città di Falconara che dopo aver rimontato lo svantaggio iniziale prima viene raggiunto da un rigore (contestatissimo dalle Citizens). Il rosso a Nona per proteste consente alle abruzzesi di passare sfruttando la superiorità numerica. Ci sarebbero anche un paio di tiri liberi, arrivati dopo fischi a senso unico e assai generosi, che le ragazze di Gonzalo non sfruttano. Una vergogna. Per le Citizens ora la strada è tutta in salita. Per continuare a sognare occorrerà vincere gara-2 e portare tutti i discorsi alla bella, prevista di nuovo al PalaBadiali. Durissima senza Taty e senza Nona squalificata. La cronaca. Il Montesilvano parte a razzo con la voglia di rivincita rispetto a campionato e Coppa e già dopo 15 secondi è super parata di Dibiase su Amparo. Le abruzzesi premono a mille ma il fortino di casa, sostenuto anche dal pubblico tornato sulle gradinate, regge. Al 7′ ancora Dibiase prodigiosa sul diagonale di Coppari. Il portiere di casa si ripete al 12′ sulla conclusione di Borges ma nulla può al 13′: diagonale di Lucileia, Coppari prova un primo tentativo che Dibiase para. La palla carambola sul palo e la numero 4 può così ribadire in rete. Rotto l’equilibrio, Falconara vacilla ma non cede. Al 15’30” Marta impegna a terra Sestari e meno di un minuto dopo, su suggerimento di Nona, mette dentro al volo. Esplode il PalaBadiali che a un secondo dalla sirena strozza un nuovo grido in gola per la conclusione di Dal’maz che sfila di un soffio. Nella ripresa ricomincia il Montesilvano super offensivo. Dibiase chiude bene su Borges, Dal’maz costringe Sestari in corner dopo duetto con Luciani. Il Falconara è davvero arrembante e mette la freccia ancora con Marta: lanciata a tu per tu con Sestari, la batte in uscita con un delizioso pallonetto. Dal’maz è incontenibile: costringe Ortega al fallo da giallo a un passo dall’area di rigore, Ferrara impegna Sestari in calcio d’angolo. Al 8’ è rigore per il Montesilvano per fallo di Dibiase su Borges che si era incuneata in area. Belli se ne incarica e pareggia il conto. La gara si incattivisce. Al 9’35’’ Dal’maz viene buttata a terra da tre avversarie che la circondano al limite dell’area. Per l’arbitro non è fallo. Nona protesta con veemenza e rimedia in sequenza due gialli che pesano come un macigno. Sulla partita stessa e anche sul ritorno. Tant’è che le abruzzesi sfruttano la superiorità e passano avanti con Xhaxho. Il Montesilvano a quel punto potrebbe dilagare. Non ci riesce. Belli colpisce il palo e sbaglia un tiro libero. Xhaxho se ne fa parare uno da Dibiase. Gli ultimi sussulti sono delle Citizens che provano fino all’ultimo a pareggiare. Nemmeno nei 3 minuti finali con Luciani, portiere di movimento. Tutta in salita. Ancora tutto possibile. Ma tanto amaro in bocca per uno spettacolo rovinato da due dilettanti in mezzo a tante campionesse da una parte e dall’altra.

TABELLINO

Città di Falconara: Dibiase, Luciani, Nona, Pereira, Dal’Maz, Guti, Rubal, Marta, Blenkus, Ferrara, Pesaresi, Marcelli. All. Neri

Montesilvano: Sestari, D’Incecco, Amparo, Borges, Ortega, Coppari, Ciferni, Lucileia, Guidotti, Xhaxho, Belli, Esposito. All. Santangelo

Reti: 13’09” p.t. Coppari (M), 15’51” Marta (F), 5’18” s.t. Marta (F), 8’47” rig. Belli (M), 10’52” Xhaxho (M)

AMMONITE: Lucileia (M), Sestari (M), Ortega (M), Dibiase (F), Pereira (F)
ESPULSE: al 9’35” del s.t. Nona (F)

NOTE: al 12’17” del s.t. Dibiase (F) para un tiro libero a Xhaxho (M), al 18’12” del s.t. Belli (M) fallisce un tiro libero

ARBITRI: Michele Iannone (Nocera Inferiore), Pasquale Giaquinto (Ostia Lido) CRONO: Daniele Filannino (Jesi)