Categoria: news

Falconara, l’ultima di campionato è una goleada: nulla da fare per il Pelletterie

Nove gol nel segno delle doppiette. Quelle di Dal’maz, Guti, Taty e Pereira, più la firma di capitan Luciani nel testacoda dell’ultima di campionato contro il fanalino di coda Pelletterie. Che, pur ultimo della classe, inizia il match con l’intenzione di non regalare nulla alle avversarie. Tanto che è proprio la squadra di mister Quattrini ad avere la prima azione pericolosa della gara, sprecata da Pia Gomez in contropiede che pecca d’egoismo e anziché far valere la superiorità numerica con l’accorrente Presto va al tiro, troppo centrale per ingannare una come Dibiase. Ancora Pelletterie con Gomez al 9′: assist di Brandolini al centro, mura Dibiase. Sul capovolgimento di fronte Luongo salva sull’incursione di Marta. La spagnola potrebbe colpire anche al 10′ su assist perfetto di Rubal ma il tiro sorvola la traversa. Poco dopo Dibiase è provvidenziale su Maione in azione solitaria. All’11’ Rubal colpisce il palo ed è il preludio a 65 secondi di fuoco che consentono alle Citizens di prendere le redini del match. Al 13’25” Isa Pereira approfitta di un rimpallo e con un gran sinistro in diagonale fredda Luongo. Poco dopo Taty raddoppia dalla distanza sugli sviluppi di una rimessa laterale e firma anche la terza rete, servita alla perfezione dal taglio di Pato, con un delizioso esterno sull’uscita del portiere. Pato Dal’maz ha voglia di timbrare il cartellino anche oggi. Ci riesce al 16′: spalle alla porta, triangola di prima con Ferrara e piega le mani a Luongo. La ripresa si apre con la rete prima concessa e poi annullata a capitan Luciani per un fallo segnalato dal secondo arbitro. A mettere la quinta ci pensa Guti su schema da calcio di punizione al 4′. Il Pelletterie non ne ha più e il Città di Falconara ne approfitta. Pato al ruba palla a Presto in fase di impostazione e scarica il 6-0. Minuto 16′: rilancio lungo di Dibiase a scavalcare tutta la difesa, lo scambio tra Pereira e Luciani mette nelle condizioni il capitano di rifarsi della rete precedentemente annullata. Isa Pereira su tiro libero e Guti al termine di un’azione travolgente tra Luciani e Marta rendono ancor più rotondo il risultato. Una cavalcata storica quella delle marchigiane che chiudono la regular season da imbattute con 49 punti e la miglior difesa del torneo (appena 23 gol subiti). Ora arrivano gli impegni che contano. Quelli per i titoli. Le Final Eight di Coppa Italia con i quarti di finale il 23 aprile contro il Kick Off e, dal 2 maggio, i playoff scudetto: gara-1 al PalaBadiali contro il Cagliari. Il sogno continua.

TABELLINO

Pelletterie 0
Città di Falconara 9

PELLETTERIE: Luongo, Presto, Maite, Vicchiarello, Gomez, Maione, Duco, Biagiotti, Brandolini, Mannucci, Diodato, Pucci. All. Quattrini

CITTÀ DI FALCONARA: Dibiase, Taty, Luciani, Ferrara, Dal’Maz, Guti, Rubal, Marta, Pereira, D’Amaro, Bernotti, Marcelli. All. Neri

Reti: 13’25” p.t. Pereira (F), 14’23” e 14’30” Taty (F), 16’55” Dal’Maz (F); 4’29” s.t. Guti (F), 8’31” Dal’Maz (F), 15’51” Luciani (F), 17’10” t.l. Pereira (F), 18’07” Guti (F).

AMMONITE: Duco (P), Rubal (F), Diodato (P).

Falconara, in casa si vince sempre: 6 gol al Bisceglie per rispettare la legge del PalaBadiali

Sei gol per ribadire che al PalaBadiali non si prendono punti. Anche il Bisceglie cede a questa legge al termine di una gara che il Città di Falconara ha condotto fin dai primi minuti, amministrato quando era in vantaggio e dilagato nel finale quando le avversarie hanno tentato la carta del portiere di movimento. Le Citizens, col primo posto già in ghiaccio, partono subito bene celebrando l’esordio in Serie A di Gioia Marcelli. Alla classe 2002 il compito di sostituire Angelica Dibiase in questa ultima casalinga di regular season. Ottimo esordio, per nulla offuscato dall’unico gol (imparabile) subito a 4 secondi dal termine. Fini dai primi minuti il CdF ha mostrato l’intenzione di non voler sporcare il ruolino di marcia di sole vittorie tra le mura amiche del PalaBadiali. Al 2’ il gran diagonale di Taty, innescata dal recupero di Luciani, sfila a lato. Al 4’30’’ rispondo le ospiti con Nicoletti: palla al centro dell’area, giro e tiro a lato. La porta di Marcelli resta inviolata al 7’30’’ quando la giovanissima esordiente mette in mostra grande personalità uscendo fino alla sua trequarti per fermare Ion lanciata a rete. Ancora Falconara con Pereira che impegna Oselame dalla distanza mentre pochi secondo dopo Guti centra il palo con un gran diagonale dalla sinistra. Il gol è nell’aria e arriva a firma Taty che termina un’insistita azione delle compagne con un fendente che si infila sotto la traversa. Il piede della brasiliana è decisivo anche nell’azione del raddoppio falconarese con l’assist d’oro a Pato, in agguato al centro dell’area. Sul 2-0 i ritmi calano. Da registrare un bel tentativo di Nona dalla distanza, con Osealme in corner, e la traversa di Pereira proprio sulla sirena. Nella ripresa il Bisceglie entra con altro piglio. Taina impegna subito Marcelli e poi, al 4’ colpisce la traversa. Marcelli ancora imbattuta al 10’ sul tiro di Annese. Nei minuti finale il Bisceglie prova il quinto di movimento. Il Falconara ne approfitta e dilaga. Marino pressata al 16’ effettua un retropassaggio che, non incontrando nessuna delle sue, rotola mesto in rete. In un giro di lancetta arrivano in successione i gol di Marta (di tacco) e di Luciani (destro al volo da distanza siderale). A quattro secondi dal termine arriva il gol della bandiera di Annese. Il Città di Falconara raggiunge quota 46 punti. Ultima gara di regular season, l’11 aprile a Firenze contro il Pelletterie. Poi la Coppa Italia a Rimini. Dopo ancora, prossima al PalaBadiali, il 2 maggio, playoff al via. Si inizia a giocare per i titoli. Intanto ci si gode la felicità di Gioia. “Abbiamo giocato la partita perfetta. A livello difensivo nulla da dire, in attacco uno spettacolo- sono le parole di Marcelli al termine del match – Il gol alla fine? Mi è dispiaciuto prenderlo ma non toglie nulla all’emozione davvero grande che ho provato in questo esordio. Sono qui per migliorare ed è un onore essere al fianco di giocatrici di questo calibro. Un grazie in particolare ad Angelica Dibiase perché è un portiere di grandissimo livello ed è anche per merito suo se sto migliorando giorno dopo giorno”.

TABELLINO

CITTÀ DI FALCONARA-BISCEGLIE FEMMINILE 6-1 (2-0 p.t.)
CITTÀ DI FALCONARA: Marcelli, Taty, Luciani, Ferrara, Dal’Maz, Guti, Marta, Nona, Pereira, Pesaresi, Dibiase, Bernotti. All. Neri

BISCEGLIE FEMMINILE: Oselame, Nicoletti, Ion, Marino, Taina, Annese, Villa, Matijevic, Ribeirete, Soldano, Porcelli, Loconsole. All. Ventura

MARCATRICI: 12’30” p.t. Taty (F), 14’30” Dal’Maz (F), 12’15” s.t. Taty (F), 16’15” aut. Marino (F), 17′ Marta (F), 17’30” Luciani (F), 19’56” Annese (B)

ARBITRI: Luca Moscone (L’Aquila), Lorenzo Metrangolo (Pescara) CRONO: Roberto Acella (Macerata)

Falconara, col Capena è sempre in rimonta: tre punti che valgono il primato in regular season

Una vittoria che vale molto per Falconara. E che la società ha dedicato alla memoria di Eleonora Marchegiani, figlia di Momi Marchegiani, dirigente del Trecolli Montesicuro, amico e tifoso, prematuramente scomparsa ieri. Proprio come segno di cordoglio e vicinanza Città di Falconara e Capena hanno osservato un minuto di silenzio (foto sotto) prima di dare il via alle ostilità.
Alla fine la matematica dice: capolista. Con ancora due giornate da giocare il Città di Falconara torna dalla gara contro Capena con i tre punti che bastano per allungare a +7 sulle inseguitrici Montesilvano e Kick Off. Vittoria sofferta, proprio come quella di due settimane fa quando le leprotte uscirono sconfitte dal PalaBadiali dopo essere passate in vantaggio. Così oggi al palasport di Fiano Romano per il recupero della sesta giornata che si sarebbe dovuta disputare lo scorso 29 novembre, saltata poi per una positività tra le giocatrici del Cdf.
La cronaca del match parla di un primo tempo da incubo per le Citizens. Il Capena ha due occasioni e le sfrutta entrambe con Agnello e Fuhrmann. Le ragazze di Neri si spingono costantemente in avanti, fanno tanto possesso palla ma si scontrano sul muro eretto da D’Amelia che per nulla fa rimpiangere la titolare Castagnaro. Dopo il vantaggio fulmineo di Agnello – deviazione sotto porta sul tiro dalla distanza di Neka, le Citizens si buttano in avanti. Ci prova subito Dal’maz, poi Taty dalla distanza e poi ancora Dal’maz: D’Amelia c’è sempre. Il sogno di Marta di pareggiarla si spegne sul palo. Fuhrmann a 16 secondi dalla sirena vola in contropiede e raddoppia. L’avvio di ripresa sembra l’esatta riproposizione della prima frazione con Falconara che attacca e D’Amelia sugli scudi. Il portiere delle locali è decisiva subito sul fendente di Taty ma nulla può al 4′ quando Dal’maz inventa una delle sue scaricando dopo una serpentina fulminante in area. Gol che riaccende le azzurre marchigiane, capaci in due minuti di ribaltare il risultato. C’è ancora lo zampino di Dal’maz nel 2-2 a firma Guti: un assist al bacio che la spagnola deve solo spingere. Al 6′ Marta sigla il sorpasso con il gol della domenica, un diagonale dalla distanza che impatta sull’incrocio prima di entrare in rete. Ancora Falconara. Taty colpisce il palo con un bel diagonale, Marta può pungere in area ma D’Amelia para sulla linea. Nel finale il Capena prova ad affacciarsi in avanti e a quel punto le Citizens ne approfittano in contropiede. Marta e Dal’maz arrotondano il risultato nei minuti finali con due perle che entreranno a far parte della cineteca del Città di Falconara: per la fattura (diagonale preciso da posizione defilata dopo aver messo fuori causa D’Amelia in uscita per la spagnola, tacco da cobra d’area per la brasiliana) e perché sigillo sulla storica prima piazza in regular season delle Citizens. Che certo non sarà risolutiva per i titoli in palio ma di sicuro è un traguardo che carica d’entusiasmo ambiente, giocatrici e tifosi.

TABELLINO

Città di Capena 2
Città di Falconara 5

Città di Capena: D’Amelia, Neka, Fuhrmann, Agnello, Macchiarella, Di Sabatino, Martin, Nori, Oliveira, Masini, Pacolini, Castagnaro. All. Chiesa.
Città di Falconara: Dibiase, Guti, Taty, Nona, Dal’Maz, Marta, Luciani, Pereira, Ferrara, Pesaresi, Bernotti, Marcelli. All. Neri.
Reti: 2’35” p.t. Agnello (C), 19’42” Fuhrmann (C), 4’25” s.t. Dal’Maz (F), 5’14” Guti (F), 6’25” e 19’10” Marta (F), 19’25” Dal’Maz (F).