Super Falconara, batte la Lazio e la aggancia in zona playoff

Lazio vs Falconara 2-4

Quattro gol per continuare la marcia. Il modo migliore per riprendersi dalla sconfitta contro il Salinis. Vittoria che vale anche di più per il Città di Falconara se pensiamo che la Lazio è diretta avversaria nella corsa playoff, ora agganciata al settimo posto, a quota 39 punti. Vittoria di cuore e fatica. Con le Citizens brave a chiudere il primo tempo in vantaggio grazie alla rete di Pascual, portarsi sul 0-3 in pochi minuti dall’inizio della ripresa (ancora Pascual e poi capitano Luciani) e gestire il risultato fino alla fine, sfiorando anche la marcatura (palo di Nagy). La Lazio ci crede fino all’ultimo quando l’ex Xhaxho mette dentro il gol del 2-3 a poco più di un minuto dal termine. Nulla da fare: Ciferni chiude il match a 30 secondi dal triplice fischio con la rete del 4-2 Falconara, stesso risultato dell’andata. Falconara subito pericoloso con Ferrara, schema da corner, e che riesce a passare con Pascual, pescata in area da Luciani dopo un assolo in progressione. Le citizens potrebbero raddoppiare con Dalla Villa ma la traversa nega il 2-0 prima dell’intervallo. Ripresa fulminea: neanche un minuto e Pascual raddoppia in diagonale mentre Luciani firma il 3-0 con una sassata delle sue. Tutto facile? Macché. La Lazio non è un cliente semplice e accorcia Taninha, bellissimo gol sotto l’incrocio dopo uno spunto personale. Ancora Falconara, altro legno: lo colpisce Ciferni su assist di Nanà. Le laziali tentano il tutto per tutto. Taninha impegna severamente Nagy. Il portiere ungherese difende il fortino dalla sempre pericolosa Taninha, colpisce un palo sul rinvio mentre le laziali attaccano con il quinto di movimento ma è costretta a soccombere sul diagonale del sinistro al veleno di Xhaxho: 2-3 quando mancano 64 secondi al termine. Nell’assalto finale ne approfitta Ciferni che recupera in difesa e batte a porta vuota. Per mister Massimiliano Neri “Una vittoria voluta e meritata. Sin dal primo minuto abbiamo avuto il giusto atteggiamento in campo. Un ottimo primo tempo che, con maggior lucidità sotto porta, avremmo potuto chiudere con un punteggio più ampio. Nel secondo tempo ritorno della Lazio che ci ha costretto alla difesa, ma le ragazze sono state brave a tenere duro e a rendersi molto pericolose in alcune occasioni”.

TABELLINO

Lazio 2
Falconara 4

LAZIO: Tirelli, Barca, Beita, Sabatino, Taninha, Ceccobelli, Agnello, Xhaxho, Pinheiro, Grieco, Vanelli, Luzi. All. Chilelli

CITTÀ DI FALCONARA: Nagy, Pascual, Luciani, Dalla Villa, Ferrara, Nanà, Ciferni, Correia, De Angelis, Verzulli, Antonaci. All. Neri

MARCATRICI: 5’23” p.t. Pascual (F), 0’53” s.t. Pascual (F), 1’45” Luciani (F), 3’49” Taninha (L), 18’56” Xhaxho (L), 19’26” Ciferni (F)
AMMONITE: De Angelis (F), Sabatino (L), Pascual (F), Ferrara (F) .

CDF sottotono, nulla da fare contro la corazzata Salinis. Neri: “Gara difficile ma dobbiamo subito pensare ai prossimi impegni”

Ferrara vs Dalmaz

Poca corsa e un po’ di sfortuna contro la corazzata Salinis. Si interrompe così la striscia positiva del Città di Falconara che non riesce nell’impresa  al cospetto della seconda forza del campionato. La stanchezza accumulata tra il colpaccio sfiorato domenica scorsa a Montesilvano e l’impegno svedese con la Nazionale per Luciani, De Angelis e Ferrara, pedine fondamentali nello scacchiere di mister Neri, si è fatta tutta sentire. Contro il Salinis, rosa lunga e top players, nulla da fare. Le pugliesi partono con un asfissiante pressing alto che già al 3’ dà i suoi frutti. Dal’maz conquista palla e innesca in area Maite, fredda e precisa su Nagy in uscita: 0-1. La reazione delle Citizens è immediata ma Tardelli è in giornata. Prima devia in corner il bel diagonale di capitan Luciani e poi, nell’azione successiva, chiude su Dalla Villa azionata da Ciferni. E dove non arriva l’estremo difensore ospite, ci pensa il palo: quanta sfortuna al 10’ per Ciferni. Sul fronte opposto Nagy è chiamata, in due tempi, sull’incursione di Martin. Nulla può al 14’ sul contropiede di Siclari che la scavalca in pallonetto: palla sul palo, sulla ribattuta ci si avventa Taty per il raddoppio. Passivo che rimane tale fino al riposo grazie proprio al portiere ungherese che sbarra la strada all’ultima sortita di Siclari. Nella ripresa il Falconara riprende a macinare. Tardelli si supera, dopo un minuto, mettendo la manona sulla conclusione di Ciferni. Sul capovolgimento di fronte Dal’Maz divora un gol e subito dopo Nagy chiude su Rozo. Le folate del Falconara non mancano. Attorno al 12’ Tardelli è provvidenziale sulle conclusioni di Nanà, assistita da Luciani, e Dalla Villa. Spietato Salins. Quando viene giù, fa male: al 13’ arriva il 3-0 firmato Siclari che sorprende tutte in area sugli sviluppi di un corner. E che jella, Falconara: palla a centrocampo, via subito al sinistro di Ferrara che si schianta sul palo. La firma di Rozo arrotonda ulteriormente il risultato prima dell’ingresso di Dalla Villa come quinto di movimento. Nell’assalto finale ci provano Ciferni, Nanà e Luciani ma Gaby Tardelli, ancora lei, chiude tutti gli spazi. “Vedo delusione – commenta mister Neri – ma abbiamo creato belle occasioni anche sul 2-0 e magari se la palla fosse entrata avremmo presa più fiducia. Non dobbiamo fare un dramma perché perdere con il Salinis ci può stare. Dobbiamo pensare subito alla prossima partita con ottimismo: contro la Lazio sarà uno scontro diretto ma le partite che ci aspettano sono tutte importanti e le dobbiamo giocare con la giusta attenzione e grinta”.

TABELLINO

Città di Falconara 0
Futsal Salinis 4

Falconara: Nagy, Pascual, Luciani, Ferrara, Dalla Villa; Antonaci, Bernotti, Nanà, Ciferni, De Angelis, Correia, Verzulli. All. Neri.

Salinis: Tardelli, Rozo, Maite, Taty, Dal’Maz; Bonci, Martin, Siclari, Presto, Mazzaro, Azevedo, Exana, Brandolini. All. Bellarte.

Reti: 3’30’’ pt Maite, 14’ Taty; 13’ st Siclari, 15’40’’ Rozo.

Orgoglio Falconara in rimonta, colpaccio sfiorato a Montesilvano

 

Montesilvano vs Falconara

Prosegue la striscia positiva del Città di Falconara che impatta in Abruzzo contro la corazzata Montesilvano, terza forza del campionato di Serie A, al termine di una gara piena di emozioni. Il team di mister Neri, senza Dalla Villa squalificata e sotto di due gol, ha forza e carattere per rimontare e sfiorare il colpaccio a 2’ dalla fine. A rimettere il match in pari ci pensa Da Rocha, con Nagy che poi blinda la sua porta fino alla sirena. Il portierone ungherese è provvidenziale fin dai primi minuti di gioco. Al 2’ ipnotizza Da Rocha dal dischetto del rigore; penalty assegnato per un tocco di mani di Ferrara in area, caduta dopo un contrasto proprio con Da Rocha. Pochi secondi prima era stata la stessa Ferrara a scuotere il Pala SantaFilomena concludendo, alta di un amen, la bella azione sull’asse Ciferni-Luciani. Scampato il pericolo, entrambe le squadre si fronteggiano a viso aperto. Luciani impegna l’ex Ceravolo mentre dall’altra parte è sempre Da Rocha pericolosa con Nagy attenta. Quando lo 0-0 sembra cristallizzato ci pensa Borges, all’ultimo secondo, in diagonale, a portare le sue in vantaggio e a fissare a 173 i minuti l’imbattibilità di Nagy. Montesilvano che in avvio di ripresa raddoppia con Martìn Cortes, abile a mettere seduta Nagy con un finta e poi a batterla con un pregevole pallonetto. A quel punto il Falconara si sveglia. Pascual inizia a cannoneggiare la porta avversaria. Guadagna diversi corner finché al 4’ non trova il pertugio vincente, complice la deviazione – ininfluente – di Guidotti. Sempre la catalana trova il 2-2 con un destro che Guidotti devia alle spalle del suo portiere. Le Citizens acquistano coraggio e Ceravolo è costretta agli straordinari su Ferrara, Nanà e, in ribattuta, su De Angelis. Dalla parte opposta Da Rocha fa tremare i polsi ma Nagy c’è. Marzuoli decide per il quinto di movimento (Borges) ma viene beffato a 2’ dal termine. Quando cioè l’ex Ciferni ruba palla a Martìn Cortes e batte a porta vuota per la rete del 2-3. La reazione del Montesilvano è rabbiosa: dopo 14’’ Da Rocha sfonda in area e ristabilisce la parità. Ultimi minuti veementi. Nagy è provvidenziale su Da Rocha e Borges. Gayardo arpiona una palla alta che la solita Ciferni aveva indirizzato verso lo specchio sguarnito. Ma risultato diverso sarebbe stato uno smacco per entrambe le formazioni. Si va sotto le docce con un punto a testa, di platino per Falconara in vista dei prossimi impegni per confermare la posizione nella contesissima zona playoff. “Abbiamo preso gol a un secondo dalla fine del primo tempo, quando a 10’’ eravamo in possesso palla. Tutti hanno logicamente pensato che sia stato un gol facilmente evitabile, ma l’aver cercato di segnare al Montesilvano invece di aspettare il riposo è stato per me un segnale positivo. Solo una mentalità del genere ci ha permesso di recuperare e ribaltare due reti di svantaggio – commenta mister Neri al termine del match – Domenica prossima ci aspetta un’altra partita difficilissima contro la seconda della classe. Il Salinis ha individualità di assoluto livello all’interno di una rosa molto lunga. Noi non dobbiamo perdere di vista quello che è il nostro percorso e sono convinto che come sempre daremo tutto. Ora ci sono delle aspettative diverse nei nostri confronti, può essere un peso in più da affrontare, ma vuole anche dire che stiamo facendo qualcosa di importante. Devo dire che sono un po’ preoccupato per il fatto che tra infortuni e nazionale non potremo allenarci a ranghi completi, ma abbiamo il giusto entusiasmo per ovviare a questa problematica”.

TABELLINO

Città di Montesilvano 3
Città di Falconara 3

Città di Montesilvano: Ceravolo, D’Incecco, Amparo, Martìn Cortes, Da Rocha, Ferretti, Silvetti, Gayardo, Elpidio, Borges, Guidotti, Esposito. All. Marzuoli.

Città di Falconara: Nagy, Pascual, Luciani, Ciferni, Ferrara, Nanà, Correia, Sevilla, De Angelis, Verzulli, Antonaci. All. Neri.

Reti: 19’59” p.t. Borges (M); 1’15” s.t. Martìn Cortes (M), 4’24” Pascual (F), 5’45” aut. Guidotti (F), 17’52” Ciferni (F), 18’04”, Da Rocha (M).

Note: al 2’10’’ pt rigore di Da Rocha parato da Nagy; ammonite Gayardo (M), Dayane (M), Pascual (F), De Angelis (F), Martìn Cortes (M).