Falconara sprecona, l’impresa non riesce: il Florentia vola al PalaBadiali

Città di Falconara vs Futsal Florentia

La nota positiva: questo Falconara può giocare alla pari con le squadre che lottano per il vertice del campionato. La nota dolente, la solita: a sprecare troppo sotto porta si rischia poi di non raccogliere punti e leccarsi le ferite. È un risultato bugiardo il 2-4 del PalaBadiali tra Città di Falconara e Futsal Florentia, quarta forza del campionato e candidata per la vittoria dello scudetto. Sotto di due reti dopo appena 3 minuti, le ragazze di mister Neri si rianimano e iniziano a macinare gioco e azioni. Saranno 40 minuti di errori sotto porta, un po’ di sfortuna legata ai soliti legni colpiti e miracoli tra i pali di una Nicoletta super. L’inizio della partita fa capire il tipo di pomeriggio che attende i tifosi falconaresi. Nei primi 5 minuti si registrano 2 tiri per squadra: il Florentia si porta sul 2-0 grazie al diagonale di Aramendia e alla rete su punizione di Marta, mentre il Falconara colpisce tre pali (due sullo stesso tiro) con Dalla Villa. Ancora Falconara insidioso con Luciani, poi con Nanà in diagonale ma Nicoletta non si fa sorprendere. Al 9′ Marta lanciatissima in contropiede supera anche Nagy ma sulla sua strada trova una provvidenziale Luciani che in scivolata salva la sua porta sguarnita. Dalla Villa scalda i guanti a Nicoletta al 16′ e poi, finalmente, al 18′ riesce a batterla con un forte diagonale. Le azzurre marchigiane hanno anche la possibilità di pareggiare ma De Angelis, a 3′ dal riposo, alza troppo la traiettoria da posizione favorevole. Ripresa fotocopia del primo parziale. Le toscane capitalizzano al massimo le occasioni di nuovo con Marta, doppietta per lei, e Jessika che conclude una ripartenza da manuale. Le Citizens si fanno vedere con Nanà, Nicoletta mura la pivot appostata sul secondo palo. Sempre Nanà non riesce a ribadire in rete, solo traversa per lei, una respinta di Nicoletta su gran tiro di Luciani. Il Falconara accorcia nuovamente le distanze con Dalla Villa servita in mezzo all’area da Sevilla e poi dà l’arrembaggio finale con Ciferni, portiere di movimento. Il Florentia chiude gli spazi, rischia di far male a porta vuota ma alla fine ha quel che serve per portarsi a casa l’intera posta in palio. “Mi dispiace perché abbiamo creato tante azioni ma non facciamo gol – commenta la brasiliana Nanà al termine – io stessa ho sbagliato tanto. Facciamo una gran volume di gioco e avremmo meritato anche la vittoria nonostante l’ottima prestazione del Florentia. Abbiamo fatto bene contro grandi squadre ma possiamo fare di più”. Mister Massimiliano Neri si dice invece “amareggiato perché abbiamo creato tantissime azioni da gol, di cui alcune clamorose. Oggi fare risultato era alla nostra portata ma sono comunque positivo perché vedo una squadra che gioca, corre, si impegna. C’è qualche sbavatura da migliorare ma la squadra c’è. Adesso abbiamo delle partite contro squadre che non sono tra le prime sei: se contro Ternana e Florentia dovevamo dimostrare di giocare alla pari con le grandi, adesso dobbiamo dimostrare di essere all’altezza di vincere”.

TABELLINO

Città di Falconara 2
Futsal Florentia 4

Città di Falconara: Nagy, Pascual, luciani, ciferni, dalla villa; bernotti, antonaci, nanà, Sevilla, Ferrara, De Angelis, Verzulli. All. Neri.

Futsal Florentia: nicoletta, marta, valeria, jessika, aramendia; metani, mauro, perelli, renatinha, laurì, fossi, migliorini. All. Collella.

Reti: 46” pt Aramendia (Flo), 3′ Marta (Flo), 18’24” Dalla Villa (Fal); 4′ st Marta (Flo), 6’20” Jessika (Flo), 12’40” Dalla Villa (Fal).

Falconara sconfitta di misura, le Citizens spaventano le campionesse d’Italia

falconara vs ternana

Quaranta minuti di grandi emozioni al PalaBadiali con le ragazze del Città di Falconara a ribattere e impensierire le campionesse d’Italia della Ternana. Che alla fine riescono a espugnare l’hangar di via dello Stadio grazie a un calcio di rigore (sacrosanto!) fischiato al 13′ del primo tempo per fallo in area di Ferrara su Bettioli. Nagy intuisce ma il tiro di Tampa è forte e ben angolato. L’unico gol ma non l’unica emozione. Compreso anche un episodio dubbio in area ternana a pochi minuti dalla fine con il braccino di Tampa che stoppa una conclusione di Pascual. L’arbitro fa proseguire: proteste Falconara, sospiro di sollievo Ferelle. Da una parte e dall’altra è una girandola di emozioni. La cronaca. Dopo una prima fase di studio, Ternana pericolosissima in tre occasioni tra il 7′ e il 10′ con Vanessa protagonista in due conclusioni insidiose e un assist in piena area per Amanda: Nagy risponde sempre presente, pure quando Tampa con un gran tiro dalla destra coglie il palo. Si fanno vedere anche le azzurre: all’11’ De Angelis prova da buona posizione ma la traiettoria è troppo alta mentre un minuto dopo Nanà scalda le mani a Salinetti costretta alla parata in due tempi. Poi il rigore di Tampa che spezza l’equilibrio. Sotto di un gol che ragazze di mister Neri ci mettono anima e cuore. Luciani cannoneggia, Salinetti si salva. Poi è De Angelis a tentare il diagonale con poca fortuna. Nella ripresa il gioco è meno intenso ma non per questo meno avvincente. Le squadre hanno speso tanto nel corso della prima frazione di gioco ma Falconara parte meglio e fa suoi i primi minuti. Dalla Villa in percussione centrale va al tiro ma l’onnipresente Tampa riesce a murare in scivolata. Ancora Dalla Villa, in mezzo a raccogliere la grande iniziativa personale di Luciani sulla fascia, e ancora Salinetti a salvare. Il tempo scivola via senza azioni degne di nota. Fino a 3 minuti dalla fine quando Neri decide di far entrare Ciferni come quinto di movimento. Alla caccia del pareggio la Ternana tiene bene la difesa e “rischia” anche di raddoppiare. Buon per le sue che Pascual sia sulla linea di porta, pronta a salvare con un colpo di testa, il pallonetto di Vanessa. Nell’assedio finale ci provano Pascual, due volte (tre, se consideriamo anche l’episodio dubbio in area con il rigore non assegnato), e Nanà. Salinetti è da copertina e salva i tre punti delle rossoverdi. “Sono molto soddisfatto della prestazione delle ragazze – commenta mister Neri – perché abbiamo giocato alla pari contro una grande squadra come la Ternana. Dobbiamo lavorare su quel quid che ci permetta di raccogliere anche punti contro chi ci precede in classifica. Domenica prossima sarà un’altra partita difficile contro una squadra come il Florentia che, come la Ternana, ha grandi giocatrici. Giochiamo in casa e quindi avremo dalla nostra il PalaBadiali, eccezionale come ogni volta, e dobbiamo cercare di raggiungere maggiore consapevolezza nei nostri mezzi”.

TABELLINO

Città di Falconara 0
Ternana 1

Città di Falconara: Nagy, Pascual, Luciani, Dalla Villa, Ferrara, Nanà, Ciferni, Sevilla, De Angelis, Verzulli, Bernotti, Antonaci. All. Neri.

Ternana: Salinetti, Tampa, Vanessa, Bettioli, De Souza, Roda Aguilera, Ortega, De Massis, Donati, Mercuri, Cipriani, Trumino. All. D’Orto.

Reti: 13’30” p.t. rig. Tampa (T).

Note: ammonite Ortega (T), Ferrara (F), Pascual (F), Vanessa (T)

Arbitri: Candria (Teramo) e Tiberio (Teramo). Crono: Lavanna (Pesaro).

Falconara tutto cuore, rimonta e vittoria contro Breganze

Breganze vs Falconara

Sotto di due gol nel primo tempo, il Città di Falconara riesce nell’impresa e torna dal Veneto con i tre punti conquistati al PalaSarcedo contro il sempre pericoloso Breganze. Bella prova per le Citizens che fin dai primi minuti provano a fare la partita anche se sulla loro strada trovano una Castagnaro impenetrabile. Il portiere avversario non si fa sorprendere dalle conclusioni di Dalla Villa, Ciferni e Pascual, mentre il Breganze è cinico quanto implacabile. Al 12′ Cerato parte in slalom solitario dalla sua difesa per regalare a Boutimah la comoda palla dell’1-0. E a 10” dal fischio dell’intervallo Rebe in diagonale raddoppia. Negli spogliatoi le parole di mister Neri devono aver fatto breccia nel cuore delle azzurre falconaresi. Più concrete soprattutto a centrocampo, già dopo 1′ Nanà riconquista palla sulla sinistra, serve con un pallonetto Pascual che al volo mette l’accorrente Dalla Villa in grado di accorciare le distanze. Rebe e Alves danno pensieri dalle parti di Nagy ma poi, al 6′, un’azione insistita di De Angelis si traduce in un diagonale sul quale Castagnaro prova a frapporsi ma Nanà è più svelta: l’incursione in anticipo della brasiliana all’interno dell’area vale il gol del 2-2. Il pareggio non basta alla falchette e a 4′ dal termine Luciani si inventa il gol della domenica: riceve da fallo laterale sulla destra, finta a mettere fuori gioco le avversarie e bolide da posizione angolata che bacia la traversa e s’infila nell’angolino opposto. Mister Zanetti prova il portiere di movimento ma la difesa davanti a Nagy resiste. Ultima emozione finale. Alves prova a imitare Luciani ma non le riesce: il suo tiro si stampa sulla traversa a una manciata di secondi della festa Citizens per tre punti ampiamente meritati. “Siamo venuti qua – dice mister Neri al termine del match – ben sapendo che sarebbe stata una partita complicata ma volevamo dare continuità alla striscia positiva di risultati. Giocare in questo campo non è mai semplice ma abbiamo avuto il piglio giusto e abbiamo imposto il nostro gioco. Negli spogliatoi, dopo il primo tempo, sotto di 2 gol, non si respirava sconforto ma rabbia e concentrazione. Nella ripresa le ragazze hanno aumentato di intensità e una volta raggiunto il pari, anziché tirare il fiato, hanno continuato a giocare per vincere. Ora ci aspettano due partite in casa contro squadre (Ternana e Florentia, ndr) che possono contare su giocatrici eccezionali e, sulla carta, più forti di noi: dobbiamo trovare maggiori energie. Con la grinta e l’aiuto del pubblico del PalaBadiali cercheremo di giocarcela alla pari”.

TABELLINO

Breganze 2
Città di Falconara 3

Breganze: Castagnaro, Soldevilla, Rebe, Campanile, Bisognin, Cerato, Ambrosioni, Pauletto, Alves, Boutimah, Fichera. All. Zanetti.

Città di Falconara: Nagy, Luciani, Ciferni, Dalla Villa, Ferrara, Pascual, Nanà, Sevilla, De Angelis, Verzulli, Bernotti, Antonaci. All. Neri.

Reti: 12′ p.t. Boutimah (B), 19’50” Rebe (B); 1’10” s.t. Dalla Villa (F), 6′ Nanà (F), 16’10” Luciani (F).