Il mercato delle Citizens non conosce soste: c’è il sì di Guti

Guti al CDF

All’anagrafe è Carmen Delia Gutierrez Montero, ma per tutti è Guti, 29 anni, forte laterale spagnola che il prossimo anno vestirà la maglia del Città di Falconara. È davvero spumeggiante il mercato delle marchigiane: dopo Pato Dal’Maz, Isa Pereira, le conferme di Luciani, Pascual e Ferrara si ufficializza un altro arrivo di gran spessore. Piedi ed esperienza al servizio delle Citizens. “Sono molto contenta di arrivare a Falconara perché è una società seria, organizzata e con molta voglia di crescere – le sue prime parole dopo il sì – spero di fare del mio meglio per dare alla società e al pubblico del PalaBadiali quello che merita. Mi aspetto di imparare sempre di più a livello di gioco con il mister, con le mie compagne di squadra e raggiungere gli obbiettivi della società”. Originaria di Cadice, in Andalusia, nelle ultime due stagioni ha sfidato Luciani e compagne con la casacca del Kick Off, squadra con la quale ha vinto l’ultima Coppa Italia. In Italia dal 2011 ha giocato anche con Lupe, Ita Salandra, Ternana, club con il quale ha vinto una Supercoppa, e Real Statte andando a segno oltre 80 volte nella Serie A italiana. Il Città di Falconara ringrazia la Five Futsal Women per il buon esito della trattativa.

Corin Pascual, cuore azzurro: “La maglia del Falconara è come una seconda pelle”

Pascual rinnova col CDF

Quantità industriali di grinta, esperienza e coraggio. Forza e piedi buoni. Il matrimonio tra Corin Pascual e Città di Falconara prosegue. La società di via dello Stadio ha ufficializzato la conferma della giocatrice catalana che vestirà, anche per la stagione 2019/2020, la casacca numero 7 delle Citizens. “Una seconda pelle – gioisce lei – sono felicissima di poter indossare per il quarto anno consecutivo questa maglia e far parte di questo progetto che, da quello che sto vedendo, inizia a essere davvero importante. Non vedo l’ora di riprendere gli allenamenti. In questi anni ho imparato a conoscere la città e la società: qui è e sarà sempre casa mia. Falconara mi dato tanto fin dal mio arrivo, è un posto dove sono riuscita a esprimermi al meglio”. Ormai una veterana, Corin Pascual è diventata nel tempo una delle beniamine del PalaBadiali. Dopo capitan Luciani è la giocatrice in attività con il maggior numero di presenze (quinto posto assoluto ma la possibilità di scalare la top10). La catalana è anche la straniera che vanta il maggior numero di reti segnate in Serie A con la maglia del CdF: ben 27. Reduce dalla sua miglior stagione in azzurro, si sta godendo un po’ di riposo estivo nella sua Barcellona. “La società sta dimostrando la capacità di lavorare per rinforzare la nostra squadra – aggiunge – Sono contenta di avere giocatrici come Rafa Pato e Isa Pereira, come penso siano importanti le conferme di Luciani e Ferrara. Speriamo di veder arrivare altre giocatrici di spessore perché l’asticella della qualità del campionato si alza sempre di più”. Oltre che come giocatrice, alla Pascual è stata rinnovata fiducia anche come allenatrice della formazione giovanile che si prepara a disputare, unica marchigiana, il campionato nazionale Under 19. “È sempre un onore poter fare il mister e trasmettere alle ragazze ciò che io imparo da mister Neri e quello che ho assimilato dai miei precedenti allenatori – conclude – So per certo che la società si sta muovendo per far crescere il movimento giovanile, fondamentale perché queste ragazze rappresentano il futuro della Serie A. L’invito che faccio loro, a quelle che vengono a vederci al PalaBadiali o che ci seguono sui social, oppure che sono semplicemente curiose, è di venire a provare questo sport. Troveranno un gruppo fantastico, scopriranno una gioco interessante, educativo e divertente. E una grande famiglia, quella del CdF, dove allenarsi e poter fare sport seguite con serietà e professionalità.”

La “Pupilla” Ferrara riconfermata tra le Citizens

Ferrara rinnova al CDF

La stagione appena passata è stata quella della maturità. La prima rete segnata in Serie A, la prima convocazione con la Nazionale. Maturità sportiva ma anche scolastica con l’esame di Stato brillantemente superato a Liceo Sportivo “Livio Cambi” di Falconara Marittima. Un anno speciale per Erika Ferrara, talentuoso gioiellino del Città di Falconara. La Pupilla, come la chiamano dalle parti di via dello Stadio, resta tra le Citizens. Per superati limiti di età – ne compirà 20 giusto martedì prossimo, 16 luglio – cederà la fascia di capitano dell’Under 19 ma il tempo è dalla sua e la maglia numero 21 potrà continuare a incantare il pubblico del PalaBadiali con il suo mancino. “È terminata una stagione lunghissima e faticosissima, stancante sotto tutti i punti di vista – racconta Ferrara – Il Città di Falconara ne è stato protagonista. Personalmente parlando, anche con l’esame di Stato da affrontare non è stato facilissimo coniugare gli allenamenti con la mole di studio ma ormai sono talmente falconarese che il mood delle CdF l’ho applicato anche a scuola: non mollare mai e nelle difficoltà risorgere più forte di prima. È andato tutto liscio”. Stagione storica. Per Falconara ma anche per lei. Con i primi 4 gol messi a segno in Seria A e una sempre maggior consapevolezza nei propri mezzi. “Grazie a un girone di ritorno spettacolare abbiamo raggiunto un traguardo storico – aggiunge – Merito delle ragazze, del mister e di tutto lo staff. Se dovessi fare un riepilogo di questa stagione non finirei più. Troppe le emozioni che si sono susseguite e non dimenticherò mai il boato del Palabadiali al nostro primo gol in gara 2 contro la Kick Off: assordante”. Ferrara ha raggiunto quest’anno la top10 delle giocatrici con più presenze in Serie A con la maglia delle Citizens. “Il prossimo – conclude – sarà un altro campionato di gran livello. Anche noi ci stiamo rinforzando. Abbiamo acquistato due grandi giocatrici come Pato e Isa, che sicuramente hanno scaldato il clima falconarese già caldo in questi giorni. Chiaramente le aspettative saranno maggiori ma ci faremo trovare pronte, come sempre. Personalmente penso a un anno di ulteriore crescita e cercherò di apprendere il più possibile dalle grandi giocatrici che arriveranno. Sarà un anno di grandi soddisfazioni per chi ha messo, mette e metterà sempre il cuore per questa società. Colgo l’occasione per fare un grande in bocca al lupo alle ragazze che erano con noi quest’anno e che hanno scritto la storia di questa squadra. Sono certa che continueranno a far bene anche da altre parti”.