Lara Brugnoni torna tra i pali del Città di Falconara

Brugnoni

Compie 30 anni sabato (il 3 agosto) e per regalo si trova la maglia azzurra del Città di Falconara. O meglio “ritrova”, visto che quello di Lara Brugnoni al PalaBadiali è un ritorno. Il portiere umbro ha già difeso i pali delle Citizens nella stagione 2017/2018 collezionando 34 presenze. In precedenza, per lei, Perugia, Isolotto Firenze (con il quale ha vinto la Coppa Italia 2016 e sfiorato lo scudetto) e, lo scorso anno, Kick Off. Una chiamata provvidenziale, quella arrivata da via dello Stadio, visto che Lara stava per appendere i guanti al chiodo. “Ero convinta, quasi pienamente, di abbandonare – racconta – e lasciare questo mondo che tanto mi ha dato. Non poteva arrivare chiamata migliore, se non questa del CdF per rimescolare le carte e farmi cambiare idea. Torno nella realtà che mi permise di tornare sui campi di serie A. Da chi, ancora una volta, crede in me. Sotto il profilo umano prima e come giocatrice poi. Si parte solo se si ha un posto in cui tornare. Così è stato: finalmente a casa!”. Brugnoni ritroverà a Falconara altre ex Kick Off come Nona, Guti e il portiere Dibiase. Oltre a Luciani, Pascual e Ferrara con le quali ha già giocato due anni fa. “La stagione appena conclusa – rivela – l’ho vissuta da avversaria e quando sono entrata al PalaBadiali ho trovato un ambiente rovente e carico per la propria squadra. Ho ammirato da fuori l’evoluzione di questa società, i grandi passi fatti fino ad avere la certezza di questo percorso di crescita con l’eccellente mercato di questi mesi. Sei grande CdF. Sono sicura che a giugno non mi pentirò di aver scelto di tornare”.

Parco portieri: confermata la giovane Giorgia Bernotti

Bernotti CDF

Una nuova stagione al Città di Falconara per la giovane Giorgia Bernotti, giocatrice classe 2000 nel parco portieri della Serie A e con la possibilità di essere impiegata anche nell’Under19. Pronta per la stagione in arrivo dopo il buon quarto playoff dello scorso campionato. Da tre stagioni in azzurro, lo scorso anno Bernotti è stata aggregata in prima squadra e ha guadagnato minutaggi in Serie A, oltre ad aver avuto la possibilità di allenarsi costantemente con le big del futsal nazionale. “Anche per questa stagione – dice – ho deciso di rimanere al Città di Falconara con l’obbiettivo di migliorarmi sempre di più. Non vedo l’ ora di ritrovare le mie vecchie compagne, gli allenatori ma soprattutto conoscere le nuove arrivate e impegnarmi affinché sia un anno proficuo”. Uno sport, il calcio a 5 femminile, che a livello giovanile fa fatica a decollare: nonostante qualche tentativo nelle scorse stagioni, lo scorso anno il Città di Falconara è stata l’unica realtà giovanile femminile a iscriversi a un campionato. “Sono tre anni che pratico calcio a 5 e ho visto che il settore femminile è in crescita dal punto di vista tecnico e della preparazione. Ci mancano i numeri e per questo invito le ragazze che vogliono provare a non tirarsi indietro perché è uno sport che dà forti emozioni”.

Preparazione fisica al top per le Citizens: anche stavolta ci pensa Max Pistoni

Pistoni CDF

Se le Citizens hanno corso fino alla fine e più veloce delle altre è anche perché avevano muscoli ed energia da vendere. A mettere la benzina nel motore, uno dei preparatori fisici più preparati d’Italia: Massimo Pistoni. Professionista preparato, già medaglia d’oro alle Paraolimpiadi al fianco di Assunta Legnante nel lancio del peso e anche autore di libri, Pistoni rinnova con il Città di Falconara anche per la stagione 2019/2020. Negli uffici di via Stadio si è impiegato poco per scegliere la miglior figura per ricoprire una casella tecnica di tale importanza, che riguarda anche la prevenzione degli infortuni e, in caso, il veloce recupero dagli stessi. Da sempre con le azzurre da dopo l’approdo in Serie A ha già le idee chiare. “Per me è un grande orgoglio far parte del CdF in pratica da sempre – dice – Questo sarà un anno particolare, perché l’exploit della scorsa stagione, ci ha messo in risalto a livello nazionale. Soprattutto nel girone di ritorno, dove abbiamo fatto la differenza, raccogliendo tante vittorie e tanti punti da imbarazzare le “grandi del campionato”.” Quest’anno avrà a che fare con una rosa di tutto rispetto. Il programma di allenamenti non cambierà. “La nostra intenzione è di cominciare la preparazione un mese prima dell’inizio del campionato – spiega – come abbiamo fatto lo scorso anno. Una strategia che ha dato buoni risultati, come si è visto. Il presidente Bramucci ci ha messo a disposizione una rosa mozzafiato. La ritengo la più forte di tutti i tempi. Lo so, quello che dico sono parole pesanti e controproducenti nei miei confronti, ma la situazione è oggettiva. Abbiamo giocatrici di grande valore tecnico e allenarle diventa un compito magnifico. Queste sfide mi garbano, mi piace metterci la faccia. La responsabilità assegnatami è tanta e ringrazio in primis il presidente Bramucci e mister Neri che mi hanno riconfermato senza pensarci due volte”.