Citizens sotto tono, la Lazio si impone al PalaGems

Un opaco Falconara incappa nella quinta sconfitta in campionato contro la Lazio, bestia nera delle Citizens, già castigate all’andata dalla formazione di Chilelli. Tutto nel primo tempo con le padrone di casa più agguerrite e brave a esercitare un pressing alto che non permette alle falchette di ragionare. La Lazio passa nei primi minuti con Barca, pronta a trasformare al meglio un rimpallo che stoppa il tentativo di contropiede delle avversarie sugli sviluppi di un corner. Non si fa attendere la reazione delle Citizens. Luciani confeziona un ottimo assist per Vieira che sigla il pareggio all’8’. Ancora Vieira semina il panico in area avversaria in collaborazione con Guti e Pascual ma Castagnaro stavolta ci mette una pezza. Sul fronte opposto Vanessa si esibisce col suo sinistro al veleno ed è il preludio al gol di Pinheiro che arriva attorno al 15’. La numero 17 laziale contrasta Pascual, fa sua la palla alle spalle di Dibiase. L’azione è contestata a lungo dalla giocatrice catalana che lamenta una trattenuta e gli animi si scaldano in una bagarre che viene presto risolta senza bisogno di estrarre cartellini. A fine primo tempo la Lazio assesta l’allungo. Castagnaro rinvia al millimetro sui piedi di Grieco che da sola infila Dibiase. Tutto nel primo tempo e ripresa da sbadigli. Le ragazze di mister Neri non riescono a incidere e quando si fanno vedere dalle parti di Castagnaro la difesa avversaria le argina senza problemi. Di contro Dibiase riesce ad evitare che il passivo diventi più pesante neutralizzando in corner le conclusioni esplosive di Taninha e Barca. Quando non ci arriva, invece, l’estremo difensore falconarese si salva grazie al palo che ferma l’incursione in contropiede di Vanelli. Nulla da fare fino alla sirena che vede scivolare le marchigiane al quinto posto in classifica, scavalcate dall’insidioso Kick Off da affrontare in trasferta il primo di marzo. Prima, domenica prossima, gara casalinga contro il Pelletterie. In casa ma non al PalaBadiali, occupato per una mostra di felini e rettili. La partita si giocherà nel palasport della vicina Chiaravalle con fischio d’inizio alle 19.
“La partita è stata vinta con pieno merito dalla Lazio – è il commento di mister Neri dagli spogliatoi – Purtroppo non siamo riuscite ad entrare in partita nel modo giusto. Nel primo tempo abbiamo commesso tre errori grossolani che ci sono costati i tre gol presi e da lì cercare di rialzare la testa è stato ancor di più complicato. In realtà abbiamo anche creato diverse situazioni per fare gol ma ci è mancata la giusta precisione e freddezza per andare a segno. Il dato più negativo è sicuramente che non abbiamo difeso con la giusta cattiveria. Ora non ci resta che fare tesoro del fatto che se non giochiamo al massimo perdiamo quelle che sono le nostre caratteristiche peculiari e diventiamo una squadra vulnerabile. Ci rimettiamo al lavoro in vista della prossima partita”.

 

TABELLINO

Lazio 3
Falconara 1

Lazio: Castagnaro, Barca, Beita, Grieco, Vanessa, Benvenuto, Agnello, Taninha, Vanelli, Pinheiro, D’Angelo, Tirelli. All. Chilelli.

Città di Falconara: Dibiase, Vieira, Luciani, Pereira, Ferrara, Guti, Pascual, Moreira, Ciferni, Verzulli, Brugnoni. All. Neri.

Reti: 2’26” p.t. Barca (L), 8’11” Vieira (F), 14’53” Pinheiro (L), 17’58” Grieco (L).

Note: ammoniteAgnello (L) e Barca (L).

Poker CDF al PalaBadiali. Noci battuto 4-1

Citizens col poker in mano ma non senza fatica contro il Noci dell’acclamata ex Rocio Sevilla, premiata dalla società poco prima di scendere in campo. Vincono le azzurre di mister Neri davanti al sempre numeroso pubblico del PalaBadiali e questo permette di proseguire la corsa per i posti di testa della Serie A femminile. Ancora senza Pato, i colpi arrivano dalle altre straniere: le portoghesi Vieira e Lidia Moreira si iscrivono nel tabellino dei marcatori insieme alla spagnola Guti. Partono bene le falconaresi anche se i carichi di gare e allenamenti si fanno sentire. Ne risente un po’ il ritmo, non il giro palla. Al 3’ Vieira si libera bene e dalla destra mette in mezzo per Luciani che, contrastata dalla difesa, non arriva al meglio sul pallone. Un minuto dopo, assist di Ferrara, sempre Viera in mezzo all’area spalle alla porta, gira e va a segno con un preciso diagonale. Ancora Falconara con Guti che dalla distanza scalda le mani a Balestra. Il portiere pugliese è provvidenziale al 14’ quando, in uscita, riesce a salvare in corner su Pascual ben lanciata da Guti. Balestra dice no anche a Ciferni e a Moreira prima di capitolare, al 18’, sul sinistro velenoso di Guti. Nella ripresa il Noci accorcia subito le distanze con Saraniti, lesta in area di rigore su rimessa laterale. Le falchette si rifanno sotto: Pereira sfiora l’incrocio, Vieira impegna ancora Balestra qualche minuto dopo. Le padrone di casa allungano nuovamente al 10’ con un gol rocambolesco. Moreira, innescata da Guti, tenta il numero d’alta scuola scavalcando Balestra dal vertice dell’area ma l’incrocio le nega il gol. Sul prosieguo il pallone sembra stregato e non entra nemmeno per Vieira che si ferma sul palo. Ma la numero 9 ci crede, rifà sua la sfera e la mette in mezzo proprio dove si era fermata Moreira. Dalla prodezza sfiorata al più semplice dei tocchi, il risultato è sempre lo stesso: 3-1 Falconara. Match che si chiude definitivamente al 17’ quando, con il Noci sbilanciato in avanti e il portiere di movimento, arriva la quarta rete delle azzurre di casa. Rapido contropiede Luciani-Vieira ed è proprio per anticipare quest’ultima, ad un passo dalla porta, che Dupuy mette dentro il più classico degli autogol. Non succede più nulla e alla sirena sono applausi congiunti, tra tifosi falconaresi e tifosi ospiti, per entrambe le squadre che hanno onorato il campo. “Sicuramente non è stato facile perché il Noci è una squadra che non molla mai e noi, per altro, venivamo da una settimana di allenamenti intensi. Sicuramente ci serviranno andando avanti in campionato – commenta Erika Ferrara al termine del match – Domenica prossima ci attende la Lazio e sarà dura perché è una squadra tenace, da sempre. All’andata hanno vinto loro e noi siamo chiamate a rifarci”.

TABELLINO

Città di Falconara 4
puroBIO Noci 1

Città di Falconara: Dibiase, Vieira, Luciani, Pereira, Ferrara, Guti, Pascual, Moreira, Ciferni, Verzulli, Brugnoni. All. Neri.

PuroBio Noci: Balestra, Gomez, Chiesa, Quarta, Dupuy, Saraniti, Sportelli, Loth, De Marco, Intini, Sevilla, Martino. All. Monopoli.

Reti: 4′ p.t. Vieira (F), 18’40” Guti (F); 2’30” s.t. Saraniti (N), 10′ Moreira (F), 17’20” aut. Dupuy.

Città di Falconara, torna il sorriso. A Cagliari arriva la decima vittoria stagionale

La settimana più dura chiusa al meglio. Il Città di Falconara espugna Cagliari e torna a sorridere con la prima vittoria del 2020, al termine di una sette giorni interminabile. Iniziata con la sconfitta in casa col Montesilvano e passata per l’infrasettimanale di Coppa della Divisione, persa contro il Real Statte nonostante una partita tutta cuore per ovviare alle assenze di Nona, Pato e Isa Pereira. Vittoria preziosa. Per la classifica e per il morale. Primo tempo dal tabellino anomalo con ben tre autogol nel 2-1 che vede il vantaggio delle Citizens. Ripresa scoppiettante dove le falchette chiudono bene e colpiscono le avversarie sbilanciate in avanti alla caccia del pareggio. Partenza ottima per le azzurre che già al 3’ seminano il panico in area sarda con un’azione in velocità tra Vieira, Luciani e Ferrara. Le padrone di casa si salvano con Da Rocha che stoppa sulla linea il tentativo di Luciani, mentre la ribattuta di Ferrara si stampa sulla traversa. Le cagliaritane si fanno vedere con Gasparini e Marta che impegnano Dibiase e con un diagonale insidioso di Marchese che sfila a lato. A rompere l’equilibrio arriva al 14’ l’intuizione di Ciferni che dalla sinistra vede libera Moreira in area e cerca di servirla sul secondo palo. Da Rocha in scivolata, nel tentativo di anticipare l’avversaria, fredda il proprio portiere. La brasiliana è ancora sfortunata protagonista, meno di un minuto dopo e su traversone stavolta di Moreira, di un’altra deviazione alle spalle di Mascia. Sotto di due gol il Cagliari ci prova e nel finale riesce ad accorciare le distanze. Altro autogol: Marta in area cerca Gasparani e fa carambolare la pala addosso a Pereira. Ripresa scoppiettante. La apre subito Luciani: recupero palla a centrocampo, corsa sfruttando l’indecisione della retroguardia cagliaritana e tocco morbido a battere Mascia in uscita. La squadra di casa non demorde e Marta torna sotto con una sassata che non lascia scampo a Dibiase. Il 4-2 lo firma Vieira, appostata in area e abile a far sua la respinta corta di Mascia, esito della potente percussione di Luciani con palla recuperata in difesa, discesa inarrestabile sulla sinistra e bolide in diagonale. Si arriva attorno al 10’ e il tecnico sardo Marimon mette Martin Cortes, portiere di movimento. È proprio la spagnola ad accorciare le distanze ribadendo a rete una potente conclusione di Gasparini. Sotto di un solo gol il Cagliari ci crede, insiste col full power, colleziona diverse occasioni ma va a credito con la fortuna colpendo i legni della porta marchigiana con Da Rocha e Marchese. Le Citizens, ciniche, si difendono bene (provvidenziale Dibiase) e quando possono colpiscono a porta vuota. Sfiorano la marcatura Vieira e Dibiase, la centrano Luciani (dopo l’ennesima palla conquistata a centrocampo) e, a 80 secondi dalla sirena, anche Isa Pereira. “Venivamo da una partita massacrante in Coppa ma le ragazze hanno sopperito alla stanchezza giocando con cuore, orgoglio e precisione tattica – ha commentato mister Massimiliano Neri al termine del match – Il primo tempo è andato proprio per come avevamo preparato la partita. Lo abbiamo chiuso in vantaggio con merito anche sprecando qualche gol. Ci succede da un po’ e dovremmo essere più spietate in queste occasioni ma non posso rimproverare davvero nulla alle ragazze”. Decima vittoria in campionato e quarto posto con 31 punti in classifica per il Città di Falconara che, domenica prossima, attende al PalaBadiali il Noci dell’ex Sevilla. Si prevede l’ennesimo pieno di pubblico, di emozioni e festa per il palas cittadino.

TABELLINO

Cagliari 3
Falconara 6

Futsal Cagliari: Mascia, Vargiu, Martìn Cortes, Dayane, Marta, Congiu, Gasparini, Marchese, Mendes, Cuccu, Bruninha, Corrias. All. Marimon.

Città di Falconara: Dibiase, Vieira, Luciani, Pereira, Ferrara, Guti, Pascual, Moreira, Ciferni, Verzulli, Brugnoni. All. Neri.

Reti: 13’58” p.t. e 14’44’’ aut. Da Rocha (C), 18’13” aut. Pereira (F); 0’36’’ s.t. Luciani (F), 2’07” Marta (C), 4’44” Vieira (F), 10’38” Martìn Cortes (C), 12’38” Luciani (F), 18’40” Pereira (F).

Note: ammonite Mascia (C), Martìn Cortes (C), Pereira (F), Mendes (C).

Arbitri: Varola (Olbia) e Desogus (Carbonia). Crono: Orgiu (Cagliari).