Primo tempo sotto e poi si vola: Città di Falconara vince in rimonta sul Capena

Un’altra vittoria per il Città di Falconara. Tutt’altro che semplice, però, la pratica Capena. Le laziali sono state quadrate e pericolose tanto che nel primo tempo sono riuscite a mandare sotto le Citizens, costrette a rimontare nella ripresa. Al via sono le padrone di casa a macinare più gioco. Già nei primi minuti Guti, doppia occasione, Luciani e Dal’maz impegnano Castagnaro. Il primo tentativo del Capena arriva all’8’ dai piedi di Oliveira. Dibiase è ancora fondamentale su Macchiarella . Ferrara impegna Castagnaro in corner. Al 16’30’’ tuttavia passano le ospiti grazie a un veloce contropiede che mette nelle condizioni Furhmann di riempire il sacco. La risposta delle falchette è veemente: Dal’maz colpisce il palo e subito dopo l’arbitro sorvola su un tocca di mano solare di Benvenuto in area. Castagnaro è brava tra i pali quanto insidiosa con i piedi: ogni suo rinvio lungo è un tiro che impegna Dibiase. Citizens a riposo sotto. Secondo tempo subito in avanti. Ci prova Pereira, poi Dal’maz. Niente. La porta di Castagnaro sembra stregata. Dibiase salva la baracca sul destro insidioso di Neka e poi sale in cattedra Dal’maz. La pivot brasiliana in un minuto ribalta il risultato con due grandi azioni in piena area. Il Capena riacciuffa subito con Benvenuto, Marta riporta le sue in avanti al termine di un’azione fulminea con tanto di assist di tacco di Pereira. Spettacolo: 4 gol in 100 secondi. Le falchette riprendono coraggio. Marta impegna Castagnaro ancora una volta. Guti al 14’ indovina l’angolino e allunga il vantaggio. Dietro Dibiase è decisiva su Neka, in due tempi, e subito dopo sul diagonale al veleno di Bea Martin. A chiudere definitivamente le speranze laziali di riprendere il match è ancora Dal’maz che a 2 minuti dalla sirena arpiona palla in difesa, parte in contropiede e serve una palla facile facile per Taty. È il 5-2, il Capena le tenta tutte ma il risultato non cambia. Il Città di Falconara coglie il 14esimi risultato utile consecutivo e mantiene il vantaggio in classifica sul Montesilvano, vincente contro il Pelletterie. È stata una partita difficile ma lo sapevamo – spiega Taty al termine della gara – il Capena si è schierato basso e ha approfittato di tutte le occasioni che ha avuto. Noi abbiamo avuto pazienza e alla fine siamo riusciti a venire fuori. Siamo felici della nostra prestazione”.

TABELLINO

Città di Falconara 5
Città di Capena 2

Falconara: Dibiase, Guti, Taty, Luciani, Dal’Maz, Marta, Nona, Pereira, D’Amaro, Ferrara, Bernotti, Marcelli. All. Neri.

Capena: Castagnaro, Martin, Neka, Benvenuto, Agnello, Di Sabatino, Fuhrmann, Nori, Oliveira, Macchiarella, Pacolini, D’Amelia. All. Chiesa.

RetiI: 16’32” p.t. Fuhrmann (C), 11′ s.t. Dal’Maz (F), 12′ Dal’Maz (F), 12’30” Benvenuto (C), 12’40” Marta (F), 14′ Guti (F), 18’15” Taty (F)

Note: ammonita Neka (C).

Città di Falconara sotto la legge del Seven Infinity: finisce 1-1 contro il Kick Off

È il Kick Off a imporre al Città di Falconara il primo pareggio di stagione dopo una cavalcata di 12 vittorie su 12 partite. Mister Russo riesce dunque a mantenere inviolato il suo Seven Infinity alle Citizens (con la gara di oggi siamo a 2 pareggi e 6 vittorie Kick Off nei confronti diretti in terra lombarda) grazie a una gara condotta a testa alta e recuperata nella ripresa dopo che il primo tempo si era concluso con il vantaggio della banda di Neri. Partita molto tattica tra due grandi squadre dirette da validi strateghi come, appunto, i Massimiliano Neri e Riccardo Russo. I primi minuti di gioco sono delle padrone di casa che con Vanin ed Exana testano subito i riflessi di Dibiase. Le Citizens si fanno vedere attorno al 5’ quando il loro pressing alto induce la avversarie all’errore di un doppio retropassaggio al portiere. Punizione, lo schema mette Luciani (poco dopo costretta a lasciare il campo per un affaticamento) nelle condizioni di concludere con Franco presente. Il match resta equilibrato fino al 14’. Dal’maz rimedia una punizione poco fuori area (ammonita Bertè), la conclusione di Taty è respinta dalla difesa e Marta è veloce a ribattere alle spalle di Franco. Poco dopo sempre Marta, scatenata, scende sul fondo e mette in mezzo per Guti ma Franco è un gatto a chiudere gli spazi alla spagnola. Dalla parte opposta Dibiase salva il vantaggio delle sue in due tempi sulla passaggio teso di Vanin e sul ritorno di Elpidio appostata in area. Ancora Falconara con Isa Pereria al tiro, Franco devia in corner e, nel finale, occasione con Nona che in pressing sul portiere in uscita, ruba palla ma non fa in tempo a evitare il ritorno del portiere lombardo. Nella ripresa il Kick Off riagguanta subito il pari grazie a una gran giocata di Vanin che ruba palla in difesa a Guti, si fa tutta la fascia destra e fredda Dibiase con un diagonale forte quanto preciso. Le padrone di casa prendono coraggio. Exana in pallonetto cerca di rubare il tempo a Dibiase ma non inquadra. Vanin nel tentativo di spazzare dalla sua area rischia di far male a Dibiase fuori dai pali. Falconara spreca tanto. Ferrara in diagonale va di poco fuori mentre Pereira e Marta inventano super combinazione che avrebbe meritato maggior precisione nella conclusione. Citizens di nuovo pericolose con Taty e Guti che danno ansie alla retroguardia all black . Sale in cattedra Franco, decisiva su Marta al 15’, assist di Nona, e nel finale su doppia conclusione ravvicinata della pivot spagnola. Tanto forcig falconarese ma magro il raccolto. Il sussulto finale è del Kick off che con la solita Vanin impegna severamente Dibiase. Primo pari ma si tratta comunque del 13esimo risultato positivo per le ragazze di Neri che, raggiunta quota 36, aumentano il distacco (+7) sull’inseguitrice Montesilvano oggi fermata in casa dal Bisceglie.

TABELLINO

Kick Off 1
Falconara 1

KICK OFF: Franco, Bertè, Vanin, Exana, Bettioli, Pomposelli, Bovo, Privitera, Sabatino, Plevano, Elpidio, Mannucci. All. Russo

Città di Falconara: Dibiase, Guti, Taty, Marta, Luciani, Nona, Pereira, Ferrara, Pesaresi, Dal’Maz, Bernotti, Marcelli. All. Neri

MARCATRICI: 13’52” p.t. Marta (F), 1’20” s.t. Vanin (K)

AMMONITE: Bertè (K), Elpidio (K)

ARBITRI: Gianluca Morelli (Imperia), Gianfranco Marangi (Brindisi) CRONO: Simone Brentan (Saronno).

Il Falconara soffre e poi dilaga: 6-2 al Real Statte con Guti, Luciani, Marta e Dal’maz

Citizens senza fine. Con la 12esima vittoria su 12 il Città di Falconara allunga sull’inseguitrice Montesilvano (fermata in casa dal Kick Off) e ha più di un motivo di orgoglio. Per il carattere, perché il risultato finale di 6-2 contro il quotato Real Statte non deve ingannare a fronte di un match tirato e aperto fino a 3 minuti dalla fine. Per il gioco, cui unico rammarico è quello che il pubblico lo può ammirare solo in streaming in attesa di tempi migliori dal punto di vista sanitario. E poi, per la statistica che registra il 90esimo gol in serie A di capitan Luciani, già capocannoniere di sempre tra le Citizens e vero totem di questa squadra da sogno, più la vetta di Pato Dal’maz tra i bomber di questo campionato a quota 15. Gara emozionante fin dalle prime battute. Parte bene il Falconara che ha un paio di occasioni con Marta, la prima neutralizzata da Margarito e la seconda, sul successivo corner, che sfila di poco a lato. Si gioca alla pari e lo 0-0 resta immutato anche per l’ottimo lavoro dei due portieri. Dibase è decisiva su Mansueto messa in condizione da un’ubriacante Renatinha, mentre Margarito vola al 10’ sul cucchiaio di Isa Pereira. Ancora Falconara con Ferrara, prodezza di tacco non riuscita di un niente, e con Marta al 14’ che la alza troppo su corner da posizione centrale. Al 14’30’ Renatinha in diagonale impegna severamente Dibiase. Il gol arriva al 16’: Taty pennella in area, Luciani di testa impegna Margarito che non trattiene, Guti è la più veloce e spedisce la sfera in rete. Il raddoppio al 18’: Marta lavora a seguire una palla in mezzo di Taty liberandosi della marcatrice ed esibendosi in un diagonale imparabile. Lo Statte non demorde e accorcia a ridosso del riposo con Russo, ben appostata sul secondo palo a raccogliere il diagonale di Valeria. Nella ripresa lo Statte è arrembante. Dietro Margarito è decisiva su Dal’maz in diagonale. Davanti pareggia con Boutimah ma poi si espone troppo e al 5’ viene punito nuovamente: Nona, imprendibile, di nuovo davanti allo Statte 14 mesi dopo il grave infortunio patito la stagione scorsa, va in slalom, semina tutte le avversarie e offre un assist d’oro per Dal’maz che deve solo spingere il 3-2. Sotto di un gol le tarantine non si arrendono. Renatinha semina il panico in area e serve Mansueto che va a botto sicura: Isa Pereira si immola e salva un gol già fatto. Le due attaccanti rossoblu sono ovunque. Dibiase fa gli straordinari. Dove non arriva, tipo su Renatinha dalla distanza, ci pensa la traversa. Le padrone di casa si fanno vedere al 15’ con Dal’maz innescata da Taty (para Margarito) e poco dopo con Luciani in contropiede (diagonale che sfila a lato). Margarito in uno scontro fortuito si fa male e lo Statte va con quinto di movimento. Al 17’ Luciani pressa alto e porta via palla a Mansueto: il gol numero 90 entra nella porta sguarnita. Con le avversarie alle corde Marta arrotonda su assist di Dal’maz e, a 34 secondi dal termine, è la stessa brasiliana a siglare su rigore (mano in area) la rete del 6-2 finale. “Ogni domenica – commenta Erika Ferrara al termine delle gara – scendiamo in campo per fare il miglior risultato possibile, l’atteggiamento è sempre lo stesso con la voglia di far bene e imporre il nostro gioco. Loro hanno tenuto fino alla fine e si sono scoperte con il portiere di movimento. La prossima settimana c’è il Kick Off e sarà un’altra prova di forza, un’altra partita dura come contro Lazio e Statte.

TABELLINO

Città di Falconara 6
Real Statte 2

Città di Falconara: Dibiase, Guti, Taty, Marta, Luciani, Nona, Pereira, Ferrara, Pesaresi, Dal’Maz, Bernotti, Marcelli. All. Neri.

Italcave Real Statte: Margarito, Soldevilla, Boutimah, Valeria, Renatinha, Russo, Protopapa, Pedroso, Demarchi, Mansueto. All. Marzella

Reti: 14’49” p.t. Guti (F), 18′ Marta (F), 19’30” Russo (S), 2′ s.t. Boutimah (S), 5′ Dal’Maz (F), 17′ Luciani (F), 18’40” Marta (F), 19’26” rig. Dal’Maz (F)

Note: ammonite Mansueto (S), Dal’Maz (F)

ARBITRI: Matteo Ariasi (Pescara), Gianluca Rutolo (Chieti) CRONO: Stefania Candria (Teramo).